La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 10/2007

contatore

  • contatore

Paperblog

« AMAL SOLIMAN / EGITTO AL FEMMINILE | Principale | READING/"ANCORA UN GIORNO" DI RYSZARD KAPUSCINSKI/ REPORTAGE DALL'ANGOLA »

27/07/08

Commenti

Osman

Anche tu sei una miniera di informazioni.
Forse hai un motore di ricerca tutto tuo che ti dà delle pagine nascoste nella rete accessibili solo da Olbia!
Buona domenica maratoneta del web!
Osman

gobettiano

ha ragione Osman, Marianna. Tiri fuori notizie incredibili e belle come l'omaggio ad Aimè Cesair.
Un bacatto a Diego, un abbraccio a sua nonna.
luigi

Antonio Cracas

Un omaggio ad Aime' ed un caro saluto a Marianna.

Antonio

tesea

E' molto valido questo accostamento Africa-Mondo Caraibico, che in fondo è un insieme di piccole Afriche nella varietà delle sue etnie, ma più variopinto, con più allegria, suoni, colori e sapore di mare. E appendici di storia.
Non ho mai avuto un briciolo dello stereotipato 'mal d'Africa', ma 'mal dei Caraibi' quello sì, sempre, anche ora.
Tesea

marianna

Simpaticissimo Osman,io ho come una sfera di cristallo! Mi concentro e spuntano idee e notizie.
Magari avessi un motore di ricerca personale! Sarebbe fantastico!
Ti abbraccio affettuosamente e grazie per i tuoi apprezzamenti.
Marianna

marianna

Carissimo Luigi, io amo fare questo genere di ricerche perchè è l'argomento del blog che mi motiva molto. Ormai ve ne siete accorti un po' tutti.
Io scrivo di queste cose perchè amo queste cose.
Darò senz'altro il bacetto a Diego da parte tua.
Buona notte a te e un abbraccio.
Marianna

marianna

Grazie,Antonio, per la tua affettuosa attenzione.
Buona notte. A domani. Marianna

marianna

Carissima Tesea, t'invidio benevolmente il "mal dei Caraibi"!
Un abbraccio e felice notte.
Marianna

dragor

Buongiorno Marianna. Ricordo il bellissimo post che avevi scritto in occasione della morte di questo grande poeta. Fai bene a ricordarlo ancora, citando questa iniziativa nella sua Fort-de-France.
Ma il padre della négritude, o almeno l'inventore della parola, non è Senghor?

Un abbraccio, buon lunedi'

dragor (journal intime)

Osman

DA WIKIPEDIA:

Il termine négritude fu usato per la prima volta da Aimé Césaire nel 1935, nel terzo numero della rivista L'Etudiant Noir[1]. Césaire rivendicava l'identità e la cultura nera contro quella francese, percepita come strumento di oppressione da parte dell'amministrazione coloniale. Il concetto fu poi ripreso da molti altri autori. Fra questi spicca Léopold Sédar Senghor, che in Canti d'ombra (Chants d'ombre, 1945) arricchì l'idea di negritudine opponendo la "ragione ellenica" all'"emozione nera".

Osman

marianna

Carissimo Dragor, come vedi ha risposto,puntualizzando per me, Osman.
Mi fa piacere che hai gradito ricordassi Cesaire.
Buon pranzo.Marianna

marianna

Grazie, carissimo Osman, mi commuove sempre la tua premura.Sei una persona "speciale". Non mi sbaglio.
Un abbraccio affettuoso. Marianna

Verifica il tuo commento

Anteprima del tuo commento

Questa è solo un'anteprima. Il tuo commento non è stato ancora pubblicato.

In elaborazione...
Il tuo commento non può essere pubblicato. Errore di scrittura:
Il tuo commento è stato pubblicato. Pubblica un altro commento

I numeri e le lettere che hai inserito non corrispondono a quelle dell'immagine. Prova di nuovo.

Come ultima cosa, prima di pubblicare il tuo commento, inserisci le lettere ed i numeri che vedi nell'immagine qui sotto. Questo impedisce che programmi automatici possano pubblicare dei commenti.

Fai fatica a leggere quest'immagine? Visualizzane un'altra.

In elaborazione...

Scrivi un commento

Le tue informazioni

(Il nome e l'indirizzo email sono richiesti. L'indirizzo email non verrá visualizzato con il commento.)