La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 10/2007

contatore

  • contatore

Paperblog

« SOMALIA/NEL PAESE SENZA PACE "ACQUA PER LA VITA" | Principale | IMMIGRAZIONE / NESSUN ESSERE UMANO E' ILLEGALE »

25/07/08

Commenti

Fino

Marianna, grazie per visita. Come hai potuto vedere, in questi giorni il mio blog è stato molto visitato. Certo, alcune visite non sono state gradite,ma non importa.
Un caro saluto e buona giornata
Fino

marianna

Mi fa molto piacere! Vuol dire che la gente,approvando o disapprovando, ti segue comunque! E' positivo.
Buona giornata anche a te.
Marianna.

Antonio Cracas

Cara Marianna,

però, però... Sai che io sono "birichino". Che facciamo allora? Si parla di energia alternativa, ma il nucleare non piace, il bioetanolo non va bene, ecc. Si parla di "salvare" il terzo mondo dalla povertà, ma se subentra il business non piace, perché c'è di mezzo qualche multinazionale. Che si deve fare allora?

Le opere di bene le fanno solo i missionari, e, ahimè, l'economia mondiale non è basata sulle attività senza fine di lucro, purtroppo o per fortuna. Oramai siamo tutti convinti che l'immobilismo e l'assistenzialismo non servono a nulla se non alla miseria.
Abbiamo alcuni paesi arabi, principali esportatori di petrolio, che stanno mettendo il mondo in ginocchio, insieme alla speculazione fatta ad arte da settori finanziari occidentali. Intanto gli sceicchi vivono nello sfarzo e magari fanno fare la guerra "santa" al loro popolo che vive tra gli stenti contro il ricco occidente.
Cara amica, francamente non riesco più a capire dove stia la verità e non so cosa possa essere meglio. Di una cosa però sono certo, che i compromessi fanno parte della storia del Mondo ed ogni tanto bisogna saper scegliere il male minore.
Per onestà, ti dico che non conosco a fondo il problema nello specifico, può anche starsi che abbia affermato qualche inesattezza a tal proposito. Tuttavia di fronte a certe proteste rimango un po’ perplesso, come per la Tav da noi: ho paura che la politica, come sempre, sia più dannosa ed inquinante di alcune opere.

Scusa la mia franchezza, ma ormai mi conosci, quello che scrivo lo scrivo ad una amica.

:)

Buona giornata.
Antonio

gobettiano

Certo che cereali per il bioetanolo in un continente che patisce la fame per l'alto costo delle derrate agricole...
Quello che trovo strano è che oggi, le tecnologie consentono di investire, creare attività ed industrie tenendo l'impatto ambientale a livelli bassissimi. Ma non considerare "risorsa" strategica l'ambiente è un errore tragico.
luigi

Alex

...ed aggiungo la sete. Ci vogliono 5000 litri d'acqua per produrre 1 litro di bioetanolo !

Alex

claudia

Buongiorno Marianna, premetto che non conosco come funzioni e cosa possa provocare il bioetanolo, se come dice Alex serve tutta quell'acqua, mi chiedo dove la possano trovare in Africa!
Per il resto mi allineo a quanto dice Antonio. A me egoisticamente piacerebbe che il "mio"Kenya rimanesse così, senza tecnologie e con la gente vera.... ma non è giusto. Anche noi la nostra tecnologia e "benessere" li paghiamo a caro prezzo (vedi l'aumento di allergie, di certe malattie, di stress etc). Quindi la scelta è andare a vanti lo stesso o fermarsi. Per tanti anni il popolo africano si è fermato, ma in questi ultimi anni vedo, in Kenya, molti cambiamenti ed è bello e buono per loro (ne sono fieri quando ti fanno vedere che usano il pc o il telefonino).. Io resto un'inguaribile romantica per il passato, quando non c'era il telefono o la luce. Ma perchè ce l'ho tutto il resto dell'anno.
un abbraccio
claudia

dragor

Prima di imitare i bianchi con i carburanti biologici, dovrebbero imitarli facendo delle elezioni serie invece di litigare come bambini. Il progresso comincia da qui!

Ciao Marianna, buona giornata, a presto

dragor (journal intime)

Alex

Vorrei fare una domanda. Quale sarebbe la reazione degli italiani se il governo vendesse il parco della Maremma alla Mumias sugar company per produrre del bioetanolo ?
Non si tratta di tecnologia o di sviluppo economico ma di sovrasfruttamento...
Forse gli abitanti del Kenya non hanno bisogno delle risorse idriche del fiume Tana per venderlo in questo modo...
http://www.alterinfo.net/Des-producteurs-de-biocarburants-usurpent-des-terrains-en-Afrique-au-detriment-de-la-production-alimentaire_a20347.html

Alex

claudia

Ma forse 60 anni fa anche noi avevamo dei parchi in più, ove hanno costruito fabbriche.....

morez

il commento di dragor sulle elezioni keniote mi sembra un po'... affrettato. non ho trovato nulla nella stampa nazionale sul bioetanolo. ho però visto che stanno sercando di investire molto in fonti alternative: geotermico, eolico, solare, nucleare. avessi i ganci giusti porterei in kenya l'enel...

dragor

Complimenti, sei in HP!

Buoan serata, a presto

dragor (journal intime)

marianna

Carissimo Antonio,io non penso assolutamente che il progresso in Africa lo portino solo i missionari. Però so che molti africani benpensanti non gradiscono un certo genere di progresso. Questo non vuol dire lasciare lì tutto nel più completo immobilismo.
Gli interventi vanno fatti nel rispetto dell'ambiente e della gente che ci vive.
Tu mi dirai che non è facile trovare il giusto mezzo tra gli estremi. E qui sono d'accordo con te.
Il ritardo nel rispondere è dovuto alle giornate pienissime che sto vivendo.
Buona notte.Un abbraccio affettuoso come sempre.
Marianna

marianna

Caro Luigi, a mio parere qualunque investimento va fatto con un impatto ambientale ben calibrato.
Infatti la risorsa "ambiente" per una terra come quella africana è importantissima.C'è anche una voce turismo-intelligente,che va presa in considerazione.
Un abbraccio e buona notte.
Marianna

marianna

Carissima Claudia, ciò che scrive Alex dell'acqua è la verità.Ma anche quello che scrive Luigi a proposito del bisogno di cibo è un'altra terribile realtà. Allora?
Io non sono contro il progresso, basta che sia a misura d'uomo. Che lo rispetti. Forse non è semplice a livello economico-finanziario(visto che gli imprenditori non sono dei samaritani) mettere insieme le due cose.Questo però non significa accettare ciò che si riconosce negativo.
Io sto dalla parte dell'africano benpensante e se lui dice che questo non è progresso per lui e la sua gente, io sono con lui.
Ti abbraccio e ti auguro la buona notte. Il ritardo? Colpa di Diego.
Affettuosamente, Marianna.

marianna

Carissimo Dragor sarebbe preferibile che tutto il discorso ambientale poggiasse su di una salda base di effettiva politica democratica.
I tempi della Storia, lo sai bene,sono però decisamente lunghi. Anche in Africa.
Intanto ritengo giustissimo da parte degli africani la difesa del loro territorio.
Guarda che lo fanno pure i sardi?
Certamente spunta fuori poi una certa politica ed ecco che arrivano eco-mostri e disastri ambientali!
Ti abbraccio affettuosamente.
Marianna.

marianna

Grazie Alex del link che spero gli amici leggano attentamente.
Io, per esempio, a suo tempo rimasi molto delusa dalle scelte politico-economico-finanziarie di Lula in Brasile.
Capisco che i nostri tempi non consentono di restare troppo indietro a livello di progresso.Ma per me c'è progresso e progresso. E poi senz'altro dovremmo ciascuno di noi dire cosa intendiamo per progresso. Cos'è il progresso per noi?
Da una premessa del genere potrebbe scaturire una discussione meno equivoca.
Ti abbraccio. Buona notte.
Marianna

marianna

Carissimo Andrea, quando sarai laggiù ci dirai meglio come stanno le cose. Cosa scrive la stampa locale, cosa pensa la gente comune e cosa invece realmente fanno i politici del posto. E noi avremo le idee più chiare.Senza proiettare la nostra visione delle cose in un mondo che nostro non è.
Il processo d'inculturazione è lento ,lungo, difficile.
Noi non abbiamo fatto neanche i primi passi. Tu puoi darci una mano. Non dimenticare di documentarci dal vivo.
Ti abbraccio. Buona notte. Marianna.

marianna

Grazie, Dragor!! Non mi ero accorta anche perchè oggi mi sono stancata più di ieri. Ma recupererò. Era prevedibile del resto.
Buona notte! A domani.
Marianna.

morez

... vedremo cosa sarà possibile fare :)

Verifica il tuo commento

Anteprima del tuo commento

Questa è solo un'anteprima. Il tuo commento non è stato ancora pubblicato.

In elaborazione...
Il tuo commento non può essere pubblicato. Errore di scrittura:
Il tuo commento è stato pubblicato. Pubblica un altro commento

I numeri e le lettere che hai inserito non corrispondono a quelle dell'immagine. Prova di nuovo.

Come ultima cosa, prima di pubblicare il tuo commento, inserisci le lettere ed i numeri che vedi nell'immagine qui sotto. Questo impedisce che programmi automatici possano pubblicare dei commenti.

Fai fatica a leggere quest'immagine? Visualizzane un'altra.

In elaborazione...

Scrivi un commento

Le tue informazioni

(Il nome e l'indirizzo email sono richiesti. L'indirizzo email non verrá visualizzato con il commento.)